top of page

Città Metropolitana di Genova

*Vengono indicate le traduzioni e trascrizioni quando fornite dai parlanti.

Alcune registrazioni contrassegnate con ** iniziano con la frase standard tradotta così in italiano: 
"Ha piovuto a dirotto tutta la settimana, speriamo che da domani torni il bel tempo". In questi casi non verrà indicata la traduzione di questa frase.

N.80**: Giovanni (Genova Centro, Genovese)

N.80Giovanni
00:00 / 00:06

Età del parlante: 19 anni

Data registrazione: 23/10/21

Trascrizione (del parlante):

L'é ciuvûo a derûo tutta a setemànn-a, speremmo che da doman o tenpo o torna bello.

N.140: Claudio (Cichero, Genovese cicherino)

N.140Claudio
00:00 / 00:15

Età del parlante: 30 anni

Data registrazione: 11/05/22

Trascrizione (del parlante):

Mi ëgno da Cichê e parlo zeneise. O ma zeneise parlao o l'à e sa origine inte l'Etæ de Mezo e o s'à mantegnio tòsto pařegio inti secoli graçie à l'isoamento de tutto l'entrotæra do Tigullio.

Traduzione (del parlante):

Io vengo da Cichero e parlo genovese. Il mio genovese parlato ha le sue origini nel Medioevo e si è mantenuto quasi lo stesso nei secoli grazie all'isolamento di tutto l'entroterra del Tigullio.

N.265: Claudio (Cichero, Genovese cicherino)

N.265Claudio
00:00 / 00:03

Età del parlante: 31 anni

Data registrazione: 09/05/23

Trascrizione (del parlante):

Tutto o mondo o l'é paise.

Traduzione (del parlante):

Tutto il mondo è paese.

N.282: Claudio (Cichero, Genovese cicherino)

N.282Claudio
00:00 / 00:02

Età del parlante: 31 anni

Data registrazione: 09/05/23

Trascrizione (del parlante):

Ëse misci e mâ aciapé.

Traduzione (del parlante):

Essere poveri e presi male.

N.289: Claudio (Cichero, Genovese cicherino)

N.289Claudio
00:00 / 00:03

Età del parlante: 31 anni

Data registrazione: 09/05/23

Trascrizione (del parlante):

O l’é l’amô ch’o crea unna famiggia.

Traduzione (del parlante):

È l'amore che crea una famiglia.

N.343: Claudio (Cichero, Genovese cicherino)

N.343Claudio
00:00 / 00:47

Età del parlante: 31 anni

Data registrazione: 26/10/23

Trascrizione (del parlante):

A foenta bionda a l'à locciou a testa comme unna çiettoa, e e atre doe e l'an incoraggia. L'à dito uña: "Avanti, ti t'ê a primma. Dapeu tocca à noiatre. T'æ o diritto d'incomensâ". E l'atra: "O l'é zovene e fòrte; gh'é di baxi pe tutte niatre". Mi me ne stava inmobile, miando de sotta e parpelle, inte un tormento de deliçiosa atteisa. A foenta bionda a s'à arrembâ e a s'é chinâ in scê de mi tanto da sentî o seu sciou toccâme. Doçe, o l'ea, inte un tâ senso doçe comme  l'amê, e o m'à communicou a mæxima tremmaxon da seu voxe, ma con quarcösa de agre sotteiso alla dôçua, sciben ch'o fïse agre inte l'ötraggioso, comme l'ödô do sangue.

Traduzione (dalla traduzione italiana di Dracula di B. Stoker):

La fanciulla bionda ha scosso il capo con civetteria, e le altre due l'hanno incoraggiata. Ha detto una: "Avanti, sei la prima. Dopo tocca a noi. Hai il diritto di cominciare". E l'altra: "È giovane e forte; ci sono baci per tutte noi". Io me ne stavo immobile, sogguardando di sotto le palpebre, in un tormento di deliziosa attesa. La fanciulla bionda si è accostata e si è chinata su di me tanto che sentivo il suo alito sfiorarmi. Dolce, era, in un certo senso dolce come il miele, e mi ha comunicato lo stesso brivido della sua voce, ma con qualcosa di acre sotteso alla dolcezza, alcunché di oltraggiosamente acre, come odor di sangue.

bottom of page